Semalt: motivi di base per bloccare lo spam dei referrer in WordPress e Google Analytics

Lo spam può utilizzare lo spazio del server per inviare malware, trojan o virus o sfruttare le vulnerabilità dell'utente e inviare direttamente malware e virus dannosi. Ad ogni modo, lo spam ha bisogno dell'utente, ma l'utente certamente non ne ha bisogno. Quando si apre WordPress, è indispensabile implementare strumenti per inibire l'infiltrazione da spam.

Lo spam di riferimento è uno dei tipi che influiscono su WordPress e può avere gravi conseguenze sul sistema di Google Analytics. Prede le classifiche del sito Web in modo da contrastare gli algoritmi di ricerca. Jack Miller, Senior Customer Success Manager di Semalt , afferma che la migliore tecnica è bloccare lo spam dei referrer su Google Analytics e WordPress.

Spam referrer

Ha uno scopo che è quello di distorcere il funzionamento dei motori di ricerca. Gli spammer inviano più link e URL nel tentativo di aumentare il ranking di un determinato sito Web. Di solito sono collegamenti falsi ma rimandano sempre al sito specifico. In breve, è una scorciatoia per migliorare le classifiche di ricerca senza fornire alcun contenuto prezioso. Se il rapporto di analisi include questo traffico nel suo rapporto, significa che il sito Web si sta ricollegando a un sito di scarsa qualità. Migliora il posizionamento del sito, ma se Google identifica questa tecnica, penalizzano il sito per aver collaborato con un sito Web spazzatura.

Google e altri motori di ricerca hanno messo a punto un meccanismo difensivo per prevenire la maggior parte dei riferimenti di spam sui siti. Tuttavia, si consiglia agli utenti di prendere precauzioni e di ridurre i problemi.

La segnalazione di spam prende il nome dal modo in cui interagisce con Google Analytics. Come proprietario di un sito Web, si vorrebbe vedere quali siti Web indirizzano il traffico al sito. Gli spammer ne approfittano e sperano che facciano clic sui loro siti Web facendo riferimento al rapporto di Google Analytics.

Vantaggi del blocco dello spam di segnalazione

Un'implicazione dello spam referral è che interferirà con le future classifiche di ricerca del sito Web. Per avere successo in una campagna di marketing, è necessario assicurarsi che il sito continui a fornire contenuti di qualità ai suoi visitatori. La presenza di spam di riferimento ostacola questo obiettivo. Pertanto, la prevenzione si sovrappone al sito Web del proprietario dal disordine di link scadenti sulla loro piattaforma. Tutto ciò che fanno è rendere più difficile per il visitatore trovare contenuti pertinenti. Infine, esiste anche la possibilità che si possa fare clic su un sito Web che contiene contenuti dannosi.

Blocco dello spam di referrer in WordPress e Google Analytics

  • Installa il plugin Spam di segnalazione

Sfoglia la pagina del plug-in di spam referrer e scarica e installa plug-in nella dashboard di WordPress. Apre tutte le sue funzionalità e impostazioni. Quindi attiva il plugin. Altri strumenti da utilizzare sono Sucuri, SpamReferrerBlock o WP Block Referrer Spam.

  • Configura impostazioni

C'è una scheda sul lato sinistro dello Spam Referrer inclinato di WordPress. Fare clic su di esso e sulla seguente opzione di spam referrer che segue. Seleziona l'opzione di Aggiornamento automatico per assicurarti che blocchi lo spam dei referrer su base giornaliera. In modalità Block, scegli Rewrite Block in quanto funziona più velocemente e funziona a livello di server. In Aggiornamento manuale, è dove si aggiornano le definizioni di spam dei referrer, soprattutto se esiste un collegamento sospetto non ancora eliminato.

  • Verifica degli ultimi aggiornamenti e blocchi personalizzati

Una pagina di spam referrer, c'è un'opzione top-bottom per l'ultimo aggiornamento, che informa su quando l'utente ha effettuato l'ultimo aggiornamento. È uno strumento eccellente che indica l'efficienza del plugin. Se nel report sono presenti alcuni URL di spam, copia e incolla il link nella casella dei blocchi personalizzati per un approccio manuale. Quindi salvare tutte le modifiche ed uscire.

  • Visualizza siti bloccati

Fai clic sulla scheda Spam referrer e seleziona Tutti i siti bloccati. Quindi apre una finestra con tutti gli URL bloccati e uno può aprirli senza alcuna minaccia.

  • Sbarazzarsi di Ghost Referrer Spam

Apri Google Analytics per determinare se funziona correttamente. Alcuni siti potrebbero passare perché sono riferimenti a Ghost, il che significa che non accedono al sito, quindi i plug-in non possono bloccarli. Segui la seguente procedura: fai clic su Pubblico, seleziona Tecnologia, quindi Rete. Trova e seleziona il nome host come dimensione principale. Prendi nota di tutti i domini e crea un elenco di tutti i domini legittimi. Fai clic su Amministratore, filtri, aggiungi filtri, tipo di filtro personalizzato e quindi includi. Seleziona salva ed esci. Torna alla dashboard per vedere se ora funziona.

mass gmail